Come pubblicizzare un libro e raggiungere migliaia di lettori

Come promuovere un libro
Indice

Partiamo con un’ovvietà che ci teniamo a sottolineare: in linea di principio, l’autore non dovrebbe mai preoccuparsi di promuovere il proprio libro. La promozione editoriale è una delle attività che le case editrici dovrebbero svolgere (gratuitamente) per gli autori che pubblicano con loro.

Distribuzione e promozione, infatti, sono fra le fasi più importanti nella vita di un libro, perché sono quelle che effettivamente permettono allo scrittore di raggiungere i lettori. Una strategia di marketing efficace è in grado di vendere migliaia di copie di un libro brutto. Al contempo, una pessima strategia di marketing può impedire a un buon libro di vendere quanto meriterebbe. Inutile presentarvi lo scenario in cui la fase di promozione è completamente assente.

Capite quanto sia importante riuscire a promuovere i libri in modo intelligente?

Noi, in quanto casa editrice, ci teniamo particolarmente a sviluppare strategie di promozione personalizzate per ogni libro che pubblichiamo. Consapevoli, però, di quante piccole CE non siano in grado di farlo e di quanti scrittori autopubblicano, abbiamo deciso di fornirti dei preziosi consigli per aiutarti a promuovere i tuoi libri e aumentare il numero di lettori raggiunti.

Sei metodi efficaci per pubblicizzare un libro

Promuovere un romanzo è piuttosto semplice, sul piano teorico. Ti servono essenzialmente due ingredienti: una buona visibilità online e una community di persone interessate alla tua opera (o alla tua persona), lettori che non vedono l’ora di acquistare il tuo libro.

In poche parole devi riuscire a vendere te stesso come autore, oltre che vendere i tuoi libri. Prendi spunto da VIP, YouTuber e Influencer, i quali vendono milioni di copie a persone che spesso non hanno mai neppure aperto un libro. Riescono a farlo perché si sono costruiti dei brand forti e hanno creato interesse rispetto a quello che fanno e dicono.

Le grandi case editrici sono le prime a volersi accaparrare questi “autori”, perché sono consapevoli che i libri di persone famose si vendono senza alcuna fatica. Minimo sforzo, massima resa.

Ecco, nel tuo piccolo devi riuscire a fare lo stesso.

Non ti diciamo di diventare famoso (se avessimo la formula magica per riuscirci probabilmente non saremmo qui a scrivere questa guida), ma di aumentare tanto la visibilità della tua persona quanto quella del tuo libro.

Immaginiamo, però, che tu non sappia da dove iniziare, o non avresti iniziato a leggere questa guida. Se hai voglia di metterti in gioco e di dare il giusto valore alla tua pubblicazione, i consigli che troverai esposti di seguito ti aiuteranno a capire come muoverti in questo mercato, come promuoverti in modo vincente come scrittore e come riuscire a condividere e raccontare il valore del tuo libro.

Ora ti spiego come.

1. Usa i social in modo efficace

Nulla da stupirsi: i social network sono senza dubbio lo strumento che dovresti utilizzare di più per promuovere il tuo libro. La ragione principale è che devi riuscire a vendere il libro a persone che non conoscono né te né ciò che hai scritto. In termini di marketing, ti devi rivolgere alla domanda latente, ovvero a persone potenzialmente interessate ai tuoi romanzi ma che non li stanno cercando attivamente perché, appunto, non li conoscono.

I social sono i canali migliori per rivolgersi a questo pubblico perché permettono di intercettare persone in base ai loro interessi. Inoltre, il bacino di utenti potenzialmente raggiungibile è sconfinato e non sono obbligatori budget pubblicitari per iniziare. Puoi parlare del tuo libro senza il minimo investimento economico, puntando unicamente sulle tue forze e sulla tua creatività.

Lì fuori, però, è pienissimo di social media. Si stima che ne esistano circa 250.

Vediamo allora quali dovesti utilizzare per vendere più copie dei tuoi libri.

Instagram

Instagram è forse il social sul quale dovresti investire la maggior parte dei tuoi sforzi. La ragione principale di questa affermazione è che è il social network che meglio si presta alla creazione di vere e proprie community.

Su IG puoi raggiungere migliaia di potenziali lettori, ai quali dovrai raccontare la qualità e piacevolezza della tua scrittura e la bellezza delle storie narrate nei tuoi romanzi. I bookstagrammer non aspettano altro.

Chiaramente non è né semplice né scontato ottenere successo su Instagram. Innanzitutto ti servirà tanta costanza, per pubblicare almeno 2-3 volte alla settimana un post e quotidianamente delle storie che ti permettano di creare un rapporto più intimo e diretto con i tuoi lettori.

Non approcciare IG in modo casuale. Prepara una strategia, abbozza delle grafiche per i tuoi post e caroselli, magari utilizzando Canva, e pensa ai contenuti che vuoi pubblicare. Non cercare di vendere il tuo libro come fossi al mercato del pesce, ma punta per lo più allo storytelling.

Crea contenuti utili, racconta elementi interessanti del tuo libro, come il wordbuilding e i personaggi, e pubblica estratti che stuzzichino l’interesse. Pubblica alle ore giuste, crea didascalie efficaci e scegli gli hashtag migliori, provandone diversi.

Online trovi tanti corsi gratuiti per imparare le basi. Investi un po’ del tuo tempo nello studiare come funziona il social e potrai avere un ritorno importante in termini di nuovi lettori.

Ovviamente, per quanto sia possibile raggiungere buoni risultati senza spendere un euro, è consigliabile avviare qualche campagna pubblicitaria a pagamento. Un po’ di ADV ti permette di velocizzare le tempistiche e di aumentare le potenzialità di vendita dei tuoi libri.

Fondamentale è anche l’interazione con le altre pagine, gli altri scrittori, i follower e gli influencer della tua nicchia che presidiano IG. Si attivo, partecipa e crea contenuti in grado di stimolare delle interazioni.

Facebook

Per quanto riguarda Facebook, vale essenzialmente lo stesso principio. Molti ritengono che sia un social morto, per vecchi, e che ormai nessuno lo usi più, ma i dati affermano una verità parecchio diversa. Sono in milioni, infatti, a collegarsi ogni giorno a Facebook, e fra questi c’è sicuramente qualcuno interessato al tuo libro.

Come per IG, non pensare a vendere in modo aggressivo il tuo libro, ma raccontalo e raccontati per raggiungere quante più persone possibili.

Facebook purtroppo ha una grossa limitazione legata alla reach organica. Di media, infatti, i post pubblicati sulla propria pagina raggiungono all’incirca il 10% delle persone che la seguono. Come puoi immaginare, l’unico modo per aumentare il numero di potenziali lettori che vedono i tuoi post è sponsorizzarli.

Ahimè promuovere un libro gratis è quasi impossibile, per quanto molti ti diranno il contrario.

E gli altri social network?

Là fuori è pieno di social dove poterti creare una community letteraria. YouTube, TikTok, Twitter, Pinterest. Puoi utilizzarli tutti ma, per quanto ci riguarda, Facebook e Instagram rimangono i più efficaci, soprattutto in termini di ritorno dell’investimento.

Chiaramente dipende tantissimo da che tipo di libro hai scritto.

Se, ad esempio, hai scritto un fantasy, potresti creare dei video su YouTube che approfondiscono il genere e ne raccontano le caratteristiche, per poi proporre ai tuoi iscritti il libro che hai pubblicato. Se, invece, sei una make up artist o una cuoca, TikTok potrebbe funzionare alla grande. Se sei un giornalista di cronaca o un comico, Twitter potrebbe rappresentare un ottimo palcoscenico per dialogare con il tuo pubblico.

Quello che ti devi ricordare sui social è che non sei lì per vendere il libro. Devi usare i social per creare un intrattenimento reale per chi lo utilizza. Pensa a creare contenuti utili, divertenti e interessanti per gli utenti e questi, piano piano, si trasformeranno prima in tuoi follower e poi in tuoi acquirenti.

2. Sprona il passaparola

Ad oggi, il passaparola è ancora la modalità più efficace per acquisire visibilità e vendere i propri libri. Quando qualcuno parla positivamente di te e di ciò che hai scritto, chi ascolta rimane sempre influenzato dalle sue parole.

Questo vale tanto per il mondo online quanto per l’offline.

Se un lettore è rimasto impressionato dalla bellezza della storia che hai scritto, sarà propenso a parlare tanto con gli amici quanto sui social. Ogni lettore raggiunto può potenzialmente diventare un piccolo influencer. Più persone riuscirai a raggiungere con le tue storie, maggiore sarà la possibilità di catturare altri lettori.

Il potenziale del passaparola è esponenziale. Un lettore parla a due potenziali lettori del tuo libro, questi ne parlano ad altri quattro, questi ad altri 8, e via di seguito.

Purtroppo è difficile avere un controllo sul passaparola. Quello che puoi fare è assicurarti la qualità del tuo romanzo (il libro deve essere bello davvero, o rischi di ottenere l’effetto contrario) e un piccolo sforzo, in termini economici e di tempo, per dare il via alle vendite. Puoi scegliere qualunque metodo, che siano campagne pubblicitarie sui social, promozioni speciali o regalarlo alle persone giuste.

L’importante è far scattare la scintilla.

Inizia a fare in modo che si parli del tuo libro, e sempre più persone se ne interesseranno.

Promuovere un libro

3. Collabora con influencer e blogger

L’influencer marketing sfrutta il passaparola, permettendoti di raggiungere persone il cui parere è preso in considerazione da tantissime altre. Gli influencer non sono altro che persone in grado di influenzare il parere dei propri follower, conducendoli all’acquisto di un prodotto/servizio; in questo caso, del tuo libro.

Noi, come case editrice, abbiamo creato la nostra personale cerchia di influencer, tra cui figurano blogger, booktuber e bookstagrammer. Se non hai un editore che ti aiuta in questo, seleziona gli influencer che ti sembrano più validi e che parlano in modo specifico del tuo genere letterario, e prova ad inviar loro il tuo romanzo. Potrebbe bastare una sola recensione giusta per portarti centinaia di vendite.

4. Ottieni recensioni

Strettamente correlate al concetto di passaparola sono le recensioni, che rivestono un ruolo straordinariamente importante nella promozione di un libro. Tra l’altro, uno dei luoghi dove si registrano il maggior numero di vendite è Amazon, piattaforma che tiene in grande considerazione le recensioni. Più se ne hanno, più il libro sale in classifica, aumentando la propria visibilità.

Sono, inoltre, gli stessi lettori ad aver bisogno delle recensioni.

Queste sono fra i primi elementi che vengono presi in considerazione per valutare se procedere o meno all’acquisto di un libro, soprattutto se scritto da un autore emergente. Il numero di stelline, simbolo della valutazione media, è una delle prime cose su cui cade lo sguardo.

Le recensioni sono fondamentali non soltanto su Amazon e sulle altre piattaforme di vendita di libri online, ma ovunque possano essere lette e ascoltate da potenziali lettori. Potresti infatti provare a inviare comunicati stampa a giornali, magazine e riviste che pubblicano approfondimenti sulla cultura e recensioni di libri. Potresti anche scrivere mail a blogger e proprietari di siti letterari, per riuscire a contrattare una recensione.

Queste hanno un enorme potere, e non puoi proprio permetterti di sottovalutarlo!

5. Promuoverlo nelle librerie e alle fiere

Sì, è vero, pubblicizzare il proprio libro all’interno delle librerie, magari organizzando presentazioni o firmacopie, è senza dubbio un metodo efficace per far conoscere un po’ il libro e trovare qualche nuovo lettore, ma non è affatto semplice riuscirci.

Una cosa che puoi fare è rivolgerti a piccole librerie locali, magari indipendenti, le quali saranno sicuramente più propense ad aiutarti.

Ovviamente la promozione è fondamentale! Crea un evento su Facebook e sfrutta la tua presenza online per avvertire che sarai presente in libreria per raccontare il tuo libro. Potresti anche provare ad organizzare qualche evento legato al genere che hai trattato e coinvolgere altri autori, così da allargare il tuo bacino.

Anche la partecipazione a festival letterari e fiere dell’editoria potrebbe risultare una scelta vincente.

Il riscontro che avrai, però, potrebbe essere deludente. Firmacopie e presentazioni hanno tanto più successo tanto più è conosciuto l’autore. Se sei uno scrittore emergente, potresti rischiare di non vendere neppure una copia. Personalmente troviamo tante strategie promozionali ben più efficaci per gli esordienti! Spesso i firmacopie sono più utili per accrescere l’ego dello scrittore, rispetto al quantitativo totale di libri venduti.

6. Fatti leggere anche da altre parti

Sii ovunque.

Come scrittore devi riuscire ad essere presente su tutte le realtà online che possono permetterti di raggiungere dei lettori che non ti conoscono ancora. Esistono tantissimi siti per scrittori dove poter mostrare parte dei tuoi racconti e creare interesse rispetto alle storie narrate nei tuoi romanzi.

Uno dei consigli che ti diamo è quello di sfruttare a tuo vantaggio siti e riviste che pubblicano racconti brevi. Alcune di queste realtà sono lette da centinaia, se non migliaia, di potenziali lettori che potrebbero essere interessati ai tuoi romanzi. Se riesci a pubblicare un racconto, avrai modo di farti conoscere e di far sì che chi ti legge venga a scoprirti sui tuoi social, per poi procedere all’acquisto del tuo libro.

Se hai scritto un libro fantasy o fantascientifico, ti consigliamo di provare a pubblicare una storia su Sussurri, la nostra rivista letteraria dedicata al genere fantastico. All’interno delle pagine di Sussurri pubblichiamo numerosi racconti di scrittori emergenti. Un ottimo strumento per pubblicizzare i propri romanzi.

Ricorda di essere ovunque. Partecipa ai club letterari, ai gruppi di lettura, ai tantissimi forum di scrittura e, nel possibile, contribuisci alle discussioni e cerca di farti conoscere.

pubblicizzare un libro

Come non promuovere il tuo libro

Lo so che fa strano leggere un titolo simile, ma credo ci sia bisogno di parlare anche di questo. C’è troppa disinformazione, troppi guru pronti a venderti la qualunque e ancora più sciacalli pronti a lucrare sulla tua passione.

I consigli per la promozione dei romanzi sono essenziali, ma secondo noi è anche bene parlare di tutte quelle strade e di quegli strumenti che potrebbero portarti a spendere tempo e soldi senza farti ottenere una sola vendita in più.

Creare un sito web

Il 90% delle guide dove ti vengono suggeriti metodi per promuovere libri, consiglia agli autori emergenti di creare un proprio sito dove promuoversi come scrittori. Ecco, noi no.

Non perché un sito web non sia efficace, ma perché crearne uno che porti risultati reali è estremamente complesso. Per quanto, infatti, esistano strumenti e piattaforme che permettono di creare siti web gratuiti, questi non ti permetterebbero di raggiungere nessuno.

Un sito deve essere sviluppato in ottica SEO, ovvero di posizionamento sui motori di ricerca, e deve avere una grafica curata e una user experience ben congeniata. Contenuti, struttura e dettagli tecnici devono cooperare per aumentare la visibilità delle pagine che creerai.

C’è, inoltre, il rischio di creare siti esteticamente spiacevoli e dal design antiquato, i quali rischiano di allontanare i lettori dal proprio lavoro.

Il nostro consiglio è quindi quello di sfruttare al 110% i social network, che sono più che sufficienti per permetterti di costruirti una buona presenza online. Se, però, hai le competenze per realizzare un sito web e sai come sfruttarlo a dovere, anche questo può essere un preziosissimo canale.

Ricorda, comunque, che molto del traffico che arriverà al sito proverrà dai social, quindi questi rimangono la conditio sine qua non per riuscire a vendere il tuo libro.

Creare un booktrailer

Che cos’è un booktrailer? Con questo termine si intende uno spot del proprio romanzo, un video che serve a promuovere un libro attraverso l’utilizzo di suoni, parole e soprattutto immagini.

Bello, vero?

Poter raccontare il proprio libro anche attraverso un trailer video che ne evoca le atmosfere e che ne racconta i contenuti è, sul piano teorico, un’idea splendida. Il problema principale è che creare un booktrailer di qualità è difficilissimo!

Serve la sceneggiatura, i testi, le musiche, le immagini, le riprese, il montaggio, l’editing. Un booktrailer amatoriale è rischioso e dannoso, perché può addirittura ridurre l’interesse per l’opera. Servono dei professionisti capaci per creare un video di questo tipo.

Ecco perché ne sconsigliamo la creazione.

Per non dimenticare che, una volta creato, il booktrailer deve anche essere distribuito e promosso. Torna quindi essenziale avere una presenza curata online dove poter mostrare in anteprima il video.

Capite quanto sia difficile?

Fare SPAM

Vorremmo fosse scontato, ma così non è.  La prima cosa che fa un autore, dove aver pubblicato un libro, è spammarlo a destra e a manca, non facendo che ottenere il risultato opposto. Ogni giorno vedo decine di scrittori esordienti pubblicare lo stesso post in 5-6 gruppi Facebook diversi per promuovere il proprio libro, una tecnica dannosa e inefficace.

Evita lo SPAM ovunque.  Non mandare messaggi privati a sconosciuti e non commentare post promuovendo il tuo nuovo romanzo. Online, la migliore strategia per vendere è NON vendere.

Attenzione alle collaborazioni

Se hai già pubblicato un libro o sei solito bazzicare nei numerosissimi gruppi Facebook dedicati a scrittori e lettori, ti sarai senza dubbio accorto della quantità di “influencer” pronti a proporre collaborazioni, sponsorizzate e recensioni. Capita fin troppo spesso che le pagine Instagram degli autori vengano prese d’assalto da messaggi di presunti bookstagrammer che si propongono per promuovere il loro romanzo. Non solo influencer di varia natura, ma anche tantissime aziende. Saranno innumerevoli le persone che ti scriveranno vantandosi di numeri impressionati (quasi sempre fittizi o gonfiati) e assicurandoti che con loro riuscirai a vendere centinaia di copie e raggiungere migliaia di lettori. Ma come capire se questi “personaggi” sono affidabili o meno?

Partiamo da un semplice presupposto che ti aiuterà a discerne fra una collaborazione buona e una cattiva: nella maggior parte dei casi, le collaborazioni valide provengono dalle persone che cerchi tu, non da quelle che ti cercano!

Un influencer seguito e apprezzato dalla sua community letteraria e in grado di aiutarti davvero a vendere il tuo libro non ti scriverà mai in direct su Instagram. Sarai tu a cercarlo, consapevole della sua notorietà. Lui non avrà bisogno di svendersi, ma tu, invece, avrai bisogno dei suoi servizi.

Sì ok, ma come fare a capire se un account Instagram è valido o meno? Per tua fortuna, ci sono tantissimi modi per capirlo.

  1. Non guardare soltanto il numero di follower: spesso gli account che ti proporranno servizi speciali e pacchetti fantasmagorici per vendere migliaia di copie del tuo libro avranno acquistato pacchetti di follower, così da gonfiare le metriche. Questi follower, palesemente fake, non fanno che sporcare le loro metriche e ridurre a zero l’efficacia degli account.
  2. Guarda il numero di Mi piace nei vari post, la provenienza di questi like (anche questi potrebbero essere acquistati) e la quantità e qualità dei commenti. I profili Instagram maggiormente validi sono quelli che si sono costruiti community letterarie animate.
  3. Utilizza tool come https://business.notjustanalytics.com/ per assicurarti la validità e qualità di questi account. Se l’engagement rate (tasso di interazione) è rosso/arancione, lascia perdere. Assicurati che sia almeno intorno al 4-5% (noi siamo al 14% perché la community luminosa è stupenda!). Grazie a questo tool puoi anche vedere se l’aumento dei follower è manipolato (picchi strani e ingiustificati) e vedere se l’account fa attività di follow/unfollow (altamente sconsigliata).
  4. Controlla se da qualche parte è presente un media kit (molti siti lo rendono disponibile). Puoi comunque chiederlo a chi ti contatta per avere dei dati attendibili da prendere in considerazione per valutare l’account.

E per un sito, invece? Come si fa a capire se offre o meno delle valide opportunità di visibilità?

La prima cosa da fare è ovviamente studiare il sito, guardare la qualità dei contenuti che propone, studiare la pagina “Chi siamo”, guardare se il footer (la parte più bassa del sito) presenta i dati aziendali obbligatori per legge (la partita IVA). Poi puoi/devi guardare le recensioni e vedere se online esistono persone che parlano di quella realtà.

Ci sono tanti siti e tool che puoi usare per valutare se un sito è buono ma, purtroppo, richiedono un minimo di conoscenze in campo digital marketing e, spesso, un abbonamento a pagamento. Alcuni, come https://suite.seozoom.it/, permettono di vedere alcuni dati gratuitamente, così da aiutarti a capire se quel sito può aiutarti davvero a promuovere il tuo romanzo oppure no (ti consiglio di guardare numero di parole chiave e stima del traffico mensile).

Promuovere un libro su Amazon

Se hai autopubblicato con Amazon KDP o se comunque il tuo libro è venduto anche su Amazon, allora puoi promuoverlo attraverso le sponsorizzazioni, ovvero degli annunci a pagamento che ti permettono di aumentare la visibilità dei tuoi romanzi.

Attraverso gli annunci puoi andare a proporre i tuoi libri a persone che digitano specifiche ricerche.

Creare una campagna pubblicitaria su Amazon Advertising è davvero semplice, ma crearne una che porti risultati richiede un po’ di esperienza. Si rischia, infatti, di spendere un gran quantitativo di soldi senza riuscire ad ottenere una singola vendita.

La cosa più importante che tu possa fare è individuare le parole chiave che i tuoi potenziali lettori digitano su Amazon per cercare libri nuovi simili al tuo. Fingiti uno psicologo e cerca di capire come si muoverebbero online, così da capire come intercettarli.

Ovviamente la scheda prodotto del tuo libro dovrà essere perfetta. Titolo, copertina, quarta e sinossi devono convincere il potenziale acquirente della bontà del libro che hai scritto.

Siti per promuovere libri

Abbiamo visto, in realtà, che esistono decine di siti online che puoi sfruttare per pubblicizzare il tuo romanzo, principalmente social network. Nel possibile, devi provare ad essere ovunque. Non abbiamo ancora citato, però, due siti/app che oggi rivestono un ruolo fondamentale nel mondo degli scrittori e lettori.

Goodreads

GoodReads è il social media di riferimento per i lettori, una sorta di biblioteca virtuale dove si possono recensire e commentare i libri, oltre che creare discussioni in merito. Se vuoi promuovere la tua opera non hai scelto: devi essere su GoodReader.

Se il tuo libro non è stato aggiunto dalla casa editrice, provvedi te a farlo e a divenire un Autore Goodreads. Il nostro consiglio è quello di essere spesso presente sul social, partecipare ai gruppi e crearne a tua volta. Sii partecipe e attira intorno a te lettori interessati ai tuoi romanzi.

Wattpad

Eccoci arrivati al nostro ultimo consiglio.

Scrivere su Wattpad potrebbe rivelarsi, nel tuo caso, lo strumento più prezioso fra tutti, oppure il più inutile. Lascia che ti spieghi.

Wattpad è a tutti gli effetti un social network, una piattaforma che dà la possibilità di pubblicare i propri libri/racconti e/o di leggere quelli di altri autori. Proprio per questa ragione è il luogo d’incontro perfetto fra autori e lettori. Fra tutti i social che abbiamo elencato, questo è quello che permette di creare una delle community più forti e verticali sull’argomento. Le potenzialità di Wattpad sono enormi!

Va detto, però, che non tutti i generi ottengono il successo sperato.

Sul Wattpad si trovano per lo più lettori molto giovani interessati prevalentemente a romanzi rosa e fan-fiction. Per quanto si trovino romanzi di qualità appartenenti ad altri generi, questi non ottengono una buona visibilità. Se hai scritto un libro storico, puoi tranquillamente dimenticarti dell’esistenza di Wattpad: pubblicare i tuoi scritti al suo interno non rappresenterebbe altro che una perdita di tempo.

Se, però, hai scritto un libro che si rivolge ad adolescenti, devi senza alcun dubbio essere presente lì.

I libri che hanno successo su Wattpad possono facilmente trasformarsi in veri e propri bestseller! Non saresti il primo a cui succede.

In sintesi

Per concludere, queste sono le strade che ti consigliamo di seguire se vuoi promuovere un libro in modo sicuro ed efficace, senza investire soldi e tempo in attività che non ti porteranno alcuna vendita in più. Qualche campagna pubblicitaria a pagamento probabilmente dovrai farla e dovrai investire parecchio del tuo tempo libero, ma se ascolterai i nostri consigli siamo sicuri che riuscirai a promuoverti e a raggiungere tanti lettori con i tuoi splendidi romanzi!

Ti è piaciuto questo articolo?

Share on facebook
Condividi su Facebook
Share on twitter
Condividi su Twitter
Share on linkedin
Condividi su Linkdin
Share on telegram
Condividi su Telegram
Alvise Canal
Alvise Canal
Alvise nasce come instancabile sognatore e scrittore notturno. Dopo una proficua carriera nel web marketing, avvia la casa editrice Lumien, all'interno della quale lavora come editore.

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.