Lumien mondi oltre i libri

Le notti di Cliffmouth: luci verdi dall’inferno

di Mattia Manfredonia
(4 recensioni dei clienti)

17,10 

L’Inferno non è qualcosa che si possa sbirciare senza rimanerne corrotti.

 

«Non credere di essere l’unica ad aver sofferto, ragazzina» sibilò rabbiosa. «Parli di famiglia, ma a stento ricordi cosa sia. Fai del dolore un motore, una vocazione, ma l’assolutezza che gli attribuisci rivela soltanto la tua presunzione. Il dolore, se sfruttato per una mera rivalsa privata, non vale più della bramosia di ciò che aneli purgare.» La brace della sigaretta luccicò frenetica, poi il fumo scivolò tra le labbra di Hazebelle. «Abbandona la vendetta, Cordelia. Non creare nemici da combattere, ma combatti perché altri ne siano liberi; non per pareggiare ciò è accaduto, ma per evitare che si ripeta.»

 

Pagine 456
ISBN 9791281256001
Ebook Disponibile su Amazon, Kobo e in tutti gli store online

Descrizione

La tempesta incombe sulla rupe di Cliffmouth. Diaboliche presenze nella nebbia e misteriose sparizioni terrorizzano gli abitanti.

Alla Bruma Smeralda, l’unico luogo che sembra resistere alle forze oscure, avventori di tutte le razze indagano sui fatti occulti che infestano il villaggio: chi trama le sparizioni degli abitanti? Quali potenze si celano nella foresta con il favore della nebbia? La novizia Cordelia e l’insolita madama Hazebelle muovono i primi passi dell’indagine alla ricerca di un colpevole, guidate dai dettami delle Dame del Cordoglio, l’ordine incaricato di epurare il mondo dai Maligni, le streghe e le discendenze dei diavoli sulla terra.

Il tempo stringe, altre creature camminano nella notte: wendigo, fantasmi e antichi sortilegi corrompono le terre della rupe. Quale forza oscura vuole impadronirsi del villaggio? E chi governa le verdi luci fluttuanti che sembrano provenire direttamente dall’Inferno?

Il libro dark fantasy italiano che conquisterà i vostri cuori

In questo primo volume della dilogia di Cliffmouth avrete modo di immergervi in una storia dall’atmosfera cupa e misteriosa, dove vi aspettano personaggi iconici e fuori dagli schemi. L’autore ha rivisto i più classici tropi della narrativa fantasy, gestendoli e amalgamandoli in modo originale e inaspettato.

 

Quali fenomeni occulti stanno sconvolgendo la rupe? Chi si cela dietro alle misteriose sparizioni? Unisciti all’indagine delle Dame del Cordoglio… ma fallo solo se sei pronto!

Libro dark fantasy italiano le notti di cliffmouth

Informazioni aggiuntive

Peso 0,7 kg
Dimensioni 21 × 14,8 × 3,3 cm

4 recensioni per Le notti di Cliffmouth: luci verdi dall’inferno

  1. Stefania

    Datemi subito il secondo volume!
    Ho avuto modo di leggere questo libro in anteprima e rappresenta tutto quello che amo e cerco in un libro fantasy! L’ambientazione è sorprendente è l’autore ha definito un worldbuilding davvero efficace, andando a delineare tanto i luoghi quanto la storia e la cultura dei vari paesi. La trama è forse l’elemento più riuscito. In questo romanzo corale accompagniamo principalmente Cordelia e Hazebelle, due cacciatrici di streghe appartenenti all’ordine delle Dame del Cordoglio, occupate in un’indagine dai toni occulti e misteriosi (tranquilli, non faccio spoiler!). Pezzetto per pezzetto iniziamo ad incastrare i vari pezzi, ma i segreti e le bugie dei personaggi che incontriamo rendono difficile comprendere quale possa essere la conclusione. I personaggi sono quello che mi è piaciuto di più. Ognuno di questi hai dei pregi e difetti e dei modi specifici di parlare e comportarsi. Sono tutti splendidamente riusciti e credibili! Impossibile scegliere il migliore.
    Le notti di Cliffmouth è il libro dark fantasy di cui non sapevo di avere bisogno!
    Bello davvero

  2. Lo Scrittore Ombra – Simone

    La rinascita del fantasy.
    Questo libro meraviglioso trascina il lettore dalla prima all’ultima pagina e oltre.

    Mattia Manfredonia, l’autore, ha una sensibilità spiccata per le dinamiche umane e sociali e lo si capisce da come narra le vicende dei suoi personaggi.

    Ciò che ho appreso leggendo queste pagine è la bellezza dell’intreccio tra tradizioni antiche e conoscenze del mondo moderno. Il suggerimento che ne ho colto è quello di ereditare le tradizioni per riscoprirle con una nuova consapevolezza arricchita dai secoli trascorsi.

    L’ossimoro tra le scelte linguistiche balsamiche e l’atmosfera incalzate e cupa è eccezionale.

    In questo romanzo c’è tutto: richiami all’immaginario di Dungeons and Dragons, folklore nostrano, profondità psicologica dei personaggi, relazioni autentiche, figure che spezzano i pregiudizi morali con sobrietà.

    Basti pensare all’uso della notte per vincere le luci infernali. Quasi a dire che le nostre tenebre, se sapientemente utilizzate, ci permettono di vincere un nemico che sa celarsi in bella vista.

    Ma poi, come non innamorarsi di ogni personaggio. Da Cordelia che per quanto piccolo genio del suo ordine, rivela le sue fragilità di giovane donna che esplora il mondo reale per la prima volta. Ad Hazebelle tutrice severa che porta con sé l’acume di chi ha superato sfide e sofferenze pesanti nella vita. Ma anche Fanny ed Odette nella loro civetteria e maliziosità quasi come le compagne di classe che abbiamo avuto tutti alle superiori che si credevano meglio degli altri. Anche la virilità e il coraggio, la seduzione e lo sconcerto sono curate con delicatezza sublime.

    Ci si ritrova in un mondo lontano e al contempo ci si sente a casa.

    Intreccio stupendo e ben orchestrato. Tutti i personaggi sono fondamentali e mai presentati a caso.
    Ogni dettaglio concorre all’unicità del racconto.

    Grazie per questa perla all’autore, alla casa editrice e a tutte le persone e i professionisti che hanno concorso alla nascita del romanzo.

    Buona lettura!

  3. Marta | That Short Writer (proprietario verificato)

    Questo romanzo ha catturato la mia attenzione dal primo momento in cui l’ho visto: copertina, estratto, trama… tutto. Che la Lumien Edizioni mi avesse incuriosita prima ancora di avere un catalogo ha aiutato tanto. Ed entrambi non mi hanno delusa affatto.

    Primo volume di una dilogia dark fantasy che mischia gli elementi più classici del fantasy con il romanzo di investigazione, il thriller e il macabro, e romanzo d’esordio di Mattia Manfredonia, Le Notti di Cliffmouth: Luci Verdi dall’Inferno ti trascina in un mondo oscuro, pieno di contraddizioni, misteri, orrori e luoghi tangibili.

    E no, non lo dico con leggerezza. Il worldbuilding, infatti, è così maniacalmente studiato e descritto in ogni suo aspetto, sia esso politico, geografico, sociale, religioso, folkloristico, ecc., da regalarci l’immagine di una società e di un universo vividi, giusto dietro l’angolo. C’è un continuo scontro tra ciò che è tradizione e ciò che è moderno, leggende che diventano spaventosamente realistiche, ballate e fiastrocche degne di una cultura vera e propria.

    A questo si aggiungono personaggi complessi di ogni razza, distinguibili sia per carattere che per registro linguistico; quest’ultimo è davvero variegato e non cambia solo nel parlato ma anche nell’introspezione di ogni personaggio. Ci sono infatti diversi punti di vista che ci permettono di conoscerli e di vedere il mondo e le vicende attraverso occhi ed esperienze diverse. Non sempre sono amabili, ma di certo sono memorabili.

    Cordelia, per prima, è una protagonista che ribalta ogni canone: l’ho disprezzata dal primo momento! Ho detestato quanto sia bigotta e presuntuosa, e i suoi pregiudizi nei confronti del diverso, in particolare di chi, non certo per scelta, è natə con l’impronta dei Maligni; il suo essere avventata e accecata da questo odio, il suo mettere in discussione i continui suggerimenti alla calma della sua mentore. Con il passare delle pagine si comprende il perché di tanto odio, si intravvedono le crepe nel suo modo altezzoso di fare: quelle di una ragazzina che non conosce il mondo, ma solo una piccolissima e spaventosa parte, e quello che ha letto nei libri.

    Abbiamo Greta, che incarna ciò che Cordelia disprezza più di ogni altra cosa. C’è Karjack, un orco marinaio e contrabbandiere che si ritroverà suo malgrado invischiato in un casotto enorme; Edward, il cocchiere delle due Dame del Cordoglio, che è molto più del suo mestiere.

    Poi c’è Madama Hazebelle, il mio personaggio preferito. Una donna saggia nel suo essere enigmatica, severa quando serve e una spalla durante i momenti più bui. Nasconde tanti, tanti segreti e non vedo l’ora di scoprirli uno dopo l’altro.

    Razze diverse si muovono insieme a pregiudizi, segreti, paure, e tra navi, locande, biblioteche e foreste oscure, cittadine desolanti e porti affollati.

    Oltre lo stile aulico e scorrevole dell’autore, che ADORO e ben si addice all’atmosfera cupa e di altri tempi, la complessità dell’intreccio è uno dei punti di forza di questo romanzo. Ogni più piccolo dettaglio e ogni comparsa ha il suo perché che aggiunge pezzi al puzzle e manda avanti la trama, e lo fa con pazienza. La stessa che vi consiglio di avere nella lettura: non correte, assaporatelo. Assimilate ogni indizio, perché vi servirà.

    A parte qualche piccolissima svista di correzione di bozze, il progetto di Lumien racconta di un lavoro certosino sul romanzo: dalla grafica pazzesca, sia interna che esterna, al testo, che è un vero e proprio gioiellino.

    In conclusione, questo romanzo è un meraviglioso schiaffo a tutti coloro che pensano che il fantasy italiano sia da scartare a priori, perché “all’estero scrivono meglio di noi”. Bravissimo l’autore, bravissima la CE e tuttə coloro che hanno collaborato a questo romanzo. Siete una speranza per amanti e autorə del genere.

    Non vedo l’ora di leggere il secondo.

  4. Clara

    Ho amato questo libro fin dalle prime pagine (anzi, già dalla copertina).

    Da subito è apprezzabile lo straordinario lavoro della CE, dall’editing alla grafica, e ancor prima: dalla mission e dalla scelta di questo romanzo.

    L’autore è un abilissimo artigiano della scrittura, che conquista con un linguaggio ricercato, descrizioni minuziose e una perfetta delineazione dei personaggi, anche attraverso dialoghi eccezionali.

    Una promessa del fantasy italiano.

    Attendo con ansia il secondo libro!

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *